domenica 14 settembre 2014

STATUS AUSTRALI (6) di Smunti Espatriato

SMUNTI E LA FINE DEL MONDO


·         6. Ai miei paleolitici tempi, al liceo, risultava 'figo' possedere un cane nero alla rimastina, o tutt'al più un SH; da queste strambe parti, invece, canidi e motorini non contano nulla: ogni ragazzina cool che si rispetti possiede il proprio cavallo.


·         Considerando il disastro che si dipana nell'Emisfero Nord, in questi giorni -da sommarsi al tradizionale endemico disastro connotante buona parte dell'Emisfero Sud- dovrei forse dare credito alla teoria del vecchio long bearded dall'aria eremitica I happened to meet in Cape Tribulation. Dal suo antro lercio di catapecchia traballante egli mi ha predetto con certezza di dogma la fine vicina dell'Europa tutta, specialmente dell'Italia, primo paese a essere devastato integralmente nella Terza Guerra Mondiale, ormai imminente.

La raccomandazione, di corollario, è di restarsene il più a lungo possibile rintanati in Australia, unico angolo sicuro rimasto; e dunque addio Europa, arrabattarsi un visto. La lunghezza della barba e il carattere sconnesso della voce erano in effetti quelli prototipici del profeta apocalittico; salvo poi ammettere di aver letto tutto su un sito web.


I don't know if the old man is right, nobody knows, I hope he's not. In ogni caso, deve trattarsi di un sito molto frequentato dal numero esorbitante di working-holidari europei incontrato di recente da queste strambe parti.

                                                              °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


    *** Si interrompe con questa la serie delle Note dagli Antipodi di Emilio Smunti Espatriato. Siamo in attesa di nuovo materiale, ma il crollo parziale di un soffitto a causa di una burrasca di proporzioni inaspettate, l'aumento di richieste al lavoro e una prossima (provvidenziale) fuga turistica terranno lontano il Nostro da GOGOSAFECRASH.

                                       Aspettiamo tue nuove, caro Smunti!!!