mercoledì 19 novembre 2014

BILLY COLLINS, poeta di successo di Isabnic

BILLY COLLINS, poeta di successo

Stavo leggendo David Shields quando mi sono imbattuta nel nome di Billy Collins. Appena ho digitato il suo nome su Google Chrome mi è subito apparsa una lunga lista di riferimenti. Poeta contemporaneo popolare, nel senso di molto letto, ascoltato e ‘comprato’. –Intanto, mi sono detta diffidente e per nulla convinta, raccolgo info e poesie.
Billy Collins, ovvero William James Collins. Americano, Poeta Laureato degli USA dal 2001 al 2003 e Poeta Laureato dello Stato di New York (2004-1006),  Distinguished Professor[1] al Lehman College della City University di New York, nel Bronx, dove ha insegnato per trenta anni, e Senior Distinguished Fellow[2] al Winter Park Institute in Florida – questo solo per appuntare alcuni riconoscimenti e incarichi ottenuti o assegnati. Pare che i genitori amassero scrivere e recitare versi, e in tal modo abbiano infuso nel piccolo Billy un profondo amore per la parola scritta e parlata. Forse, anche per questo, è uno dei migliori poeti-performer.
Ecco la prima poesia di Billy Collins nella quale mi sono imbattuta e che ho provato a tradurre:

Un’altra ragione perché non tengo un’arma da fuoco a casa [3]

 Il cane dei vicini non smetterà di abbaiare.
Sta abbaiando nello stesso modo alto, ritmico
in cui abbaia ogni volta che quelli escono.
Credo che l’accendano uscendo.

Il cane dei vicini non smetterà di abbaiare.
Chiudo tutte le finestre di casa
e metto su una sinfonia di Beethoven sparata al massimo
ma ancora smorzato dalla musica riesco a sentirlo,
che abbaia, abbaia, abbaia,

e ora lo vedo seduto tra l’orchestra,
il muso volto in alto tranquillo, sicuro come se Beethoven
avesse incluso una parte per cane abbaiante.

Quando infine il disco finisce sta ancora abbaiando,
seduto là nella sezione degli oboe ad abbaiare,
gli occhi fissi sul maestro che lo sta
implorando con la sua bacchetta

mentre gli altri musicisti ascoltano in rispettoso
silenzio il famoso assolo del cane abbaiante,
quel finale senza fine che per primo ha indicato
Beethoven quale genio rivoluzionario.



Versi leggeri, leggeri che ci rubano più di un sorriso e, intanto, ci viene in mente la questione a lungo dibattuta negli States -e non risolta- della proprietà e detenzione personale di armi da fuoco. E questa contraddizione di superficialità e densità dei versi appena letti sembra ripercorrere anche la sua carriera letteraria.
Da una parte, il New York Times lo ha definito “il Poeta più conosciuto degli Stati Uniti” ed è nota la notizia di quando Billy Collins  cominciò a pubblicare con la Random House. L’anticipo che gli venne dato per l’accordo di tre volumi di versi fu tale che sconvolse l’intera comunità dei poeti e letterati. Il contratto ottenuto dal suo agente Chris Calhoun rimase negli annali dell’editoria. Le vendite avrebbero ricompensato ampiamente la scommessa dell’editore. Cosa assolutamente incredibile qui in Italia dove gli estimatori/consumatori di poesia rappresentano ancora una minoranza nel nostro modesto  pubblico di lettori.
Dall’altra, quale Poeta Laureato degli USA, durante la  seduta speciale congiunta del Congresso, tenuta in memoria delle vittime dell’11 Settembre nel 2002,  Billy Collins lesse la sua poesia The Names, composta per l’occasione, sebbene non rientrasse nei suoi compiti. Inizialmente si era perfino rifiutato di leggerla in pubblico e, comunque, non la volle mai inserire nelle sue raccolte per evitare che la memoria dell’11 settembre potesse essere fonte di guadagno. Sempre in quegli anni, Collins ideò il programma Poetry 180 per le scuole superiori. Scelse centottanta poesie e le raccolse nel libro Poetry 180: ritorno alla Poesia—una poesia per ogni giorno dell’anno a scuola, seguito da una seconda antologia. Il programma è stato messo online e gratuitamente si possono leggere tutte le poesie.
Inoltre, nel 1997 ha registrato il suo bestseller The Best Cigarette, una raccolta di 34 poesie, che ripubblicata nel 2005 sotto licenza  Creative Commons, è stata distribuita gratuitamente. Moltissime sono state negli anni le registrazioni o le versioni audio dei suoi versi, cos’ come le partecipazioni a spettacoli radiotelevisivi che gli hanno dato grande popolarità e lievitato il numero di  followers.  Memorabile,  nel 2005, la sua partecipazione Live, annunciata dall’amico e famoso attore Bill Murray, al Peter Norton Symphony Space a New York. gordieInnumerevoli i premi e riconoscimenti.

*** Da Le poesie animate di Billy Collins di Franco Nasi su
se cliccate sul link potrete vedere i filmati, ascoltare la voce del poeta e, soprattutto, leggere un buon articolo. (isabnic2014)



[1] Distinguished Professor:  le maggiori istituzioni universitarie degli USA offrono a una piccola frazione dei docenti a tempo indeterminato il titolo di Distinguished Professor per riconoscere i più ampi e notevoli contributi al progresso di un settore di studi.
[2] Senior Distinguished Fellow: questo titolo viene assegnato a chi ha profondamente influenzato con la sua opera/ ricerca il campo dei suoi studi.
[3] L’originale della poesia (Another good reason why…..) si può trovare su www.poemhunter