mercoledì 1 ottobre 2014

ME DEA di Marco Palladini su Radio Onda Rossa

* Medea, madre selvaggia, nella versione di Marco Palladini  (ME DEA, 1990) da riascoltare su Radio Onda Rossa nell'archivio delle registrazioni. Una buona occasione per ascoltare sempre su https://archive.org  e dalla voce dello stesso autore  anche "Sole Soledad", poesia cantata-urlata-accarezzata tratta dalla raccolta Love Poetry Machine (2013).



RADIO ONDA ROSSA 87.9 Fm 
Martedì
23 Settembre 2014 ore 14:45

ME DEA
lettura-spettacolo

testo e regia di Marco Palladini

con Nina Maroccolo e Giulia Perroni

fonica: Michele Marsili

Una Medea post e postuma (a se stessa), di inedita sostanza tragico spirituale, che si avvolge e avvampa di infelicità nelle spire di un buddhistico e/o nietzscheano ciclo di eterno ritorno, ascoltando nel proprio petto gli ultimi battiti del suo selvaggio e divino cuore antico. Una radicale rilettura mitopoietica che fu allestita nel 1991 dal gruppo di ricerca tecnotronica Krypton, diretto da Giancarlo Cauteruccio.
La si 
ripropone oggi puntando sull’ energia verbale della partitura in versi, da cui promana la figura di una Medea perpetuamente
rammemorante, come imprigionata in un tempo circolare dove tutto è già stato, tutto è già accaduto e tutto sta di nuovo per accadere, dove è diacronicamente condannata a replicare il suo duplice infanticidio. La grana della tragedia euripidea è confermata nei suoi basilari dati narrativi, ma insieme drasticamente trasvalutata dal lato tematico e mitopsichico. Il trascorrere di Medea in successivi stati di allucinazione, intrecciati con le voci dei Figli,
di Giasone, della Nutrice e del Coro, ha la sconvolgente dismisura di un viaggio di salvazione sino al definitivo riconoscimento della propria, ultima deità. Una parabola che segna, attraverso la potenza della parola poetica, una non trionfale catarsi dalla tragedia al
mistico, alla liberazione trascendentale.



Marco Palladini, scrittore, critico, autore drammatico, performer poetico-musicale e animatore culturale, ha collaborato con la RAI e varie testate giornalistiche. Ha pubblicato volumi in versi e per il teatro; curato libri collettivi e nell'ambito del Festival Internazionale romapoesia '98 ha ideato il primo "Rave di Poesia" in Italia. 
E' direttore del magazine on-line  Le Reti di Dedalus (www.retidedalus.it )