giovedì 4 settembre 2014

STATUS AUSTRALI (5) di Smunti Espatriato

SMUNTI, IL CALCIO E I PIPISTRELLI

·         5. Ma com'è che anche da queste parti, per quanto esuberanti, esotiche e remote, la squadra di ascendenza italiana, il 'Carlton' -little Italy locale- vanta una solida tradizione di grande club e qualità di gioco, ma in concreto accumula in groppa fìgure magre e fallimenti devastanti? Forse esiste una condanna patriottica -valida persino in contumacia- a un idealismo passatista; quasi che la gloria debba comunque essere confinata nell'andato, nell' "un tempo però..."', "una volta tuttavia..", "il 2006 invece...". Un po' come il Rinascimento e il potere dell'Impero Romano.


·       

 . Qui a Cairns, a solcare il cielo a esercito, la sera, e a infestare fitti gli alberi, vociando, stormi sterminati di pipistrelli dall' apertura alare imponente. Presenza tipica perpetua, a effetto Gotham City/Transilvania. Un po' come gli storni a Piazza dei Cinquecento -e il loro inconfondibile maledetto tanfo di guano.


·         . Dal momento che il campionato ha chiuso i battenti da ere e i mondiali sono andati, per alimentare il mio conformismo da sport da divano mi tocchera` aderire al costume locale, e iniziare a seguire assiduamente l'Australian Rules Football League. La selezione della squadra per cui parteggiare, tuttavia, non e` un'operazione da sottovalutare. Considerando la zona in cui abito, dovrei sostenere il Collingwood; ma i colori del club -bianco e nero- non mi attirano per ovvie ragioni. Restando al dato cromatico, dovrei optare per l'Hawthorn, familiarmente rosso e arancione. Oppure dovrei cedere al piu` spinto patriottismo, e farmi fervente supporter del Carlton, team della Little Italy locale. La recente affermazione di un giornalista -"the problem is Carlton can challenge the better teams, but succumb to teams who they are expected to beat"- del resto, mi fa sentire a casa.