venerdì 27 dicembre 2013

I LIBRI IN TESTA DI MARIANGELA (MINCIONE)

Libri in testa.
 No, non è un esercizio di postura, ma è un'idea di Mariangela Mincione lanciata durante l'ultima Fiera della Piccola e Media Editoria a Roma. Invece delle solite riviste di gossip, o accanto a loro, perché non offrire, alle signore o ai signori in attesa di messa in piega, taglio o colore dal loro parrucchiere, una piccola scelta di libri, magari freschi di stampa? un assaggio stuzzicante di letture che ti lasci la voglia di continuare e forse te ne suggerisca anche l'acquisto?   proposte non invadenti, lasciate lì da spulciare prima del lavaggio, da consumare mentre 'prende' il colore. Alcune case editrici presenti in Fiera, come la Robin, la Volland, la Memori e l'Ensemble, hanno aderito all'idea e pare che i saloni di bellezza che hanno partecipato all'iniziativa  abbiano avuto una buona risposta.  Il progetto potrebbe continuare e estendersi a nuove parrucchierie. Io lo spero.
 Mariangela Mincione non è nuova a progetti e idee collegati all'editoria, al jazz e  al teatro, dalla presentazione del catalogo inedito dei disegni di Miles Davis nel 2008, alla Piazzetta del libro per Villa Celimontana Jazz Festival(2009), alla rassegna Jazz al Centro al cinema Farnese(2010), agli incontri con intellettuali in collaborazione con Rai.net, all'organizzazione di attività culturali nel carcere di Regina Coeli a Roma in collaborazione con l' Istituto del Garante dei diritti dei detenuti, e così via. Oltre a essere dal 2008 la libraia di "Nero su bianco", la sua libreria. Uno spazio ricco di proposte e di atmosfera. Se capiti in via degli Spagnoli non puoi fare a meno di notarne l'ingresso, anche se discreto. Sopra, sul soppalco, la redazione di una casa editrice. Una Shakespeare &Co di Sylvia Beach in attesa dei suoi Joyce e Maddox Ford ... :-)


PS   se non capiti in via degli Spagnoli, vale comunque la pena di andarci. L' area tra il Pantheon e la Maddalena è ancora bella nonostante i troppi turisti e se ti inoltri tra le stradine interne, a lato di via delle Coppelle, prima o poi ci capiti in via degli Spagnoli, una stradina-cortile tra case silenziose con verdi e invidiabili terrazzi e terrazzini in cima. Se poi entri in libreria ti sembra di essere andata a trovare qualche amico, come un tempo di solito si faceva, dopo essere andati a zonzo senza meta, chiacchierando del più e del meno...

PPS  il caffè offerto da Mariangela è buono, anche se -per timidezza- lo dimentichi  sul tavolo e lo bevi freddo dopo un po'.



PPPS per aderire all'iniziativa contattare direttamente Mariangela Mincione.(gogo2013)