venerdì 19 luglio 2013

PADRE-MEDEA di Ibis Kan

il puzzo di carne bruciata
annerisce anche l'aria, mentre
l'anima di piombo
si contorce tra la cenere
e sfrigola sotto lacrime
tardive, mentre
la voce ruvida non fluisce
e si blocca in quell'urlo
strozzato di fiera, mentre
le palpebre coprono
indicibili misteri.
Padre-Medea, NON SALVARTI!!

(ibiskan, 2013)